giovedì 23 maggio 2019

Eleanor & Park. Per una volta nella vita (R. Rowell)

Ero completamente fuori strada quando ho iniziato a leggere la storia di Eleanor & Park nel libro Per una volta nella vita.
Eh sì, perchè ho letto il retro copertina dove ho trovato scritto: 2... tu sei un vampiro e io no. 
Ecco, un'altra lettura con i vampiri che, sicuramente, non sarà nelle mie corde. Questo ho pensato. Non sono andata a leggere la sinossi, ne' recensioni... niente. Era un libro utile per una challenge a cui sto partecipando e tanto mi è bastato per iniziare la lettura.
Una pagina, dieci pagine, venti pagine, trenta pagine... di vampiri nemmeno l'ombra e la storia non c'azzeccava niente con i vampiri (come la copertina, d'altronde).... poi ho capito!

Quella di Eleanor & Park è una storia difficile.
Sono due adolescenti che si avvicinano l'uno all'altra con circospezione. 
Sono entrambi strani
Così li definiscono i compagni di classe. 
Ma qual è il parametro secondo il quale la società decide chi è strano e chi non lo è?
Basta un certo taglio di capelli per esserlo? 
Basta essere un ragazzo e non amare il football? 
O basta amare un certo tipo di musica?
Lei è arrivata da poco, ha una scompigliata chioma rossa che non la fa passare inosservata così come non la fanno passare inosservata la sua mole ed il suo modo di vestire.
Lui ha i tratti asiatici della madre e cerca sempre di starsene a posto suo, in silenzio, in compagnia della sua musica e dei suoi fumetti. 

I due ragazzi si avvicinano l'uno all'altra senza rendersene quasi conto ma tanto da diventare l'uno l'ossigeno dell'altra.

E' una storia difficile in particolare perchè è difficile la vita di lei, Eleanor. 
Non sono tanto i bulli che la prendono costantemente di mira a lasciare i segni più profondi.
A quello si è abituata e lascia correre. 
Le ferite più profonde arrivano da una situazione familiare che non sembra affatto volersi appianare. Sua madre vive, assieme ai suoi fratelli, a casa del nuovo marito che, tempo prima, l'ha cacciata di casa. Eleanor torna ma sa che lui la odia e che aspetta un passo farlo per fargliela pagare. Che sia l'affetto dimostrato da un ragazzo la goccia che possa far traboccare il vaso? O c'è dell'altro? 

Lei ha una personalità molto complessa. Fragile ed insicura, è allo stesso tempo forte ed orgogliosa (ne sono la prova le reazioni che ha agli atti di bullismo che subisce da ragazzi e ragazze a scuola). Non possiede molto, sa di vivere in una famiglia che non può avere più di tanto, ma questo non le impedisce di relazionarsi con gli altri con orgoglio e a testa alta.
Nei rapporti interpersonali non è molto brava... perchè la vita l'ha messa parecchie volte alla prova e - secondo il mio parare - non riesce ad essere indulgente nei confronti di nessuno, nemmeno di chi si avvicina a lei con buone intenzioni.

E' il personaggio senza dubbio più complesso.
Ma il personaggio che ho odiato con tutta me stessa è stata la madre di lei: una donna che subisce, quotidianamente, le vessazioni di un marito perennemente ubriaco. Un uomo che lei continuamente difende, con il quale è tollerante ... perchè è mio marito! Inaccettabile.

Lui, alla fine, è un personaggio che si fa odiare in modo automatico fin dall'inizio, anche quando non fa niente... ma la mamma di Eleanor mi ha irritata in modo viscerale, più di quanto non abbia fatto lui!

Quel terrore nel quale costantemente sono costretti a vivere i ragazzi in casa è inaccettabile. L'ho odiata ogni volta che ha chiuso la porta rassicurando che andava tutto bene e ritirandosi in cucina con il viso pieno di lividi. L'ho odiata ogni volta in cui ha chiesto ai suoi figli di fare piano per non disturbare quell'uomo che dovrebbe essere il loro papà.
L'ho odiata ogni volta che ha fatto finta di non vedere il disagio di una figlia, diventata oramai una giovane donna, perennemente chiusa in camera e sempre a disagio in presenza di lui.

Emergono tante problematiche - l'integrazione in un nuovo gruppo, il bullismo, il sentimento tra due adolescenti (che è la cosa più bella di tutto il libro... emozionanti le descrizioni dei loro avvicinamenti, del loro sfiorarsi, della loro reciproca accettazioni, ognuno con i propri difetti ed il propri limiti) ma anche la violenza tra le mura domestiche, l'abbandono della famiglia da parte di uno dei due genitori, l'alcolismo. Un mix di elementi che rende la storia importante, più di quanto non possa essere una semplice storia tra adolescenti.

Lui è un ragazzo speciale. Mi sento di dire solo questo. 
Finale con qualche sorpresa.

E' un bel libro. Sono contenta di averlo letto e sono contenta che i vampiri fossero usati in senso figurato, senza avere nulla a che fare con la trama.
***
Eleanor&Park. Per una volta nella vita
Rainbow Rowell
Piemme Editore
348 pagine
12.00 euro

2 commenti:

  1. ho adorato questo libro e sono felice che ti sia piaciuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì... molto bello. Toccante, fino quasi alle lacrime!

      Elimina