giovedì 21 aprile 2016

Nuovi arrivi#24 e in biblioteca#22

Il mese di aprile è stato particolarmente fecondo sul fronte dei nuovi arrivi, sia per via delle mie capatine in biblioteca che per gli acquisti ai quali non ho saputo resistere.
Gli ultimi due arrivi dalla biblioteca sono Dimmi che credi al destino e Meno cinque alla felicità!
Quello di Bianchini non era preventivato: l'ho visto in bella mostra sul tavolo degli arrivi più recenti in biblioteca e non ho saputo resistere alla tentazione. L'altro, invece, l'ho scelto per partecipare ad uno degli obiettivi della challenge di lettura che sto seguendo, come libro senza persone sulla cover.
Non so molto della trama dell'uno così come dell'altro, non le ho appositamente cercare, così saranno entrambi una sorpresa.

Open, di Andre Agassi, è finito nella mia libreria a seguito di un acquisto per un regalo, mai consegnato al destinatario. Non ho avuto occasione di consegnare quello che avrebbe dovuto essere un regalo di Natale: l'ho tenuto per mesi incartato dentro ad un cassetto poi, quando ho iniziato a vergognarmi di guardare quella carta da regalo con le palline natalizie e le stelle dorate, ho deciso di scartarlo e considerarlo un regalo per me. In questo momento, a dire il vero, è nelle mani di mia madre che ama storie vere. Chissà se le piacerà? Si tratta pur sempre di una biografia.

Sole di mezzanotte è stata una scelta piuttosto semplice. 

Ero in procinto di comprare il libro Perchè le donne valgono su richiesta di mia madre (che affida a me gli acquisti in libreria) ed ho approfittato per prendere due nuove letture per i miei figli... e una per me. Nesbø, appunto, libro che ho iniziato a leggere ieri.
A proposito del libro comprato per mia madre - Perchè le donne valgono - mi sono subito resa conto che non le sarebbe piaciuto. Si tratta di un saggio, con tanto di dati economici, statistici... Credo che lei si aspettasse un racconto. Mi ha detto di averne sentito una presentazione in tv: o non ha ben capito lei, o chi lo ha presentato non l'ha fatto in modo chiaro.
Comunque da quel che ho capito la lettura è stata abbandonata dopo poche pagine.

A mia figlia ho comprato In punta di dita, scelto pensando alla sua passione per la pallavolo. In parallelo, all'ometto di casa ho pensato di acquistare un'altra avventura delle Cipolline, la squadra di calcio della serie Gol! che tanto gli piace .Sempre tra in nuovi arrivi vanno annoverati altri quattro libri della collana Scrittori di Classe 2, con storie scritte da autori per ragazzi ma ispirandosi a racconti che arrivano dagli alunni di diverse scuole italiane. Si tratta di In piedi sui pedali (tra l'altro scritto dallo stesso Luigi Garlando della serie Gol!), Il fantasma sei tu, Sulle ali della libertà, Un bullo... 100 libri. Li abbiamo presi grazie ad una raccolta punti e, se non ho capito male, per completare la serie ce ne mancano un paio.

Nessun commento:

Posta un commento