giovedì 23 aprile 2020

I tre porcellini (Paolo Valentino)

In questa giornata dedicata alle lettura - cade oggi la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore - mi cimento in una recensione un po' particolare, di una lettura per bambini, consigliata dai 6 anni in avanti.

Si tratta de I tre porcellini. Chi non la conosce?

Ce la raccontavano i nostri nonni e ci mettevano paura quando simulavano la voce del lupo cattivo, e poi quel soffio potente che sembrava voler portar via i capelli dalla nostra testa!

Chi non ha tremato assieme a quelle piccole creaturine rosa (Timmy, Tommy e Pommy nell'edizione  che ho avuto tra le mani io ma che ricordavo come Timmy, Tommy e Jimmy) che vengono indirizzate dalla mamma ad andarsene di casa - e qui si apre un mondo... oggi i nostri ragazzi sono ancora a casa a 35 anni!!! - per affrontare da soli la vita? 

Eppure, loro se ne vanno sorridendo dopo un iniziale momento di sorpresa, contenti di iniziare un'esistenza autonoma - poi, diciamocelo... chi li manterrà a questi porcellini? Cosa faranno nella loro vita?  - e si trovano subito alle prese con il primo problema: dove vivere?

Decidono di costruirsi una casa ed ognuno lo fa in base al loro modo di essere, alla propria personalità. 
Pommy (ma che brutto nome!) prende la strada più sbrigativa: decide di usare la paglia che gli viene regalata da un contadino.
Tommy usa il legno e si costruisce una casetta un pochino più stabile di quella del fratello.
Timmy, il più saggio di tutti, costruisce una casetta di mattoni, bella solida e con tanto di camino. Anzi, costruisce una villetta con tanto di terrazzo.
Tutti e tre vengono messi alla prova dall'attacco di lupo cattivo e, inutile dirlo, soffia sulla paglia, brucia la legna ma nulla può contro i mattoni, contro la casa nella quale, dopo varie vicissitudini, Timmy ospita in sicurezza i suoi fratelli. Anche questa casa ha un punto debole, però, individuato dal lupo che, però, grazie all'astuzia dei tre fratellini viene messo in fuga.

Devo ammettere che da piccola era una delle storie che più spesso mi veniva raccontata, con tanto di vocine. E l'ho raccontata anche io ai miei figli che gonfiavano le guance per soffiare e soffiare e soffiare... Ricordo bene che puntualmente - io non so se ero altrettanto sveglia all'epoca del racconto da parte dei miei nonni! - mi venivano fatte un sacco di domande:  
Ma i porcellini non devono andare a scuola? 
Come fanno a far tenere in piedi una casa di paglia? 
Dove trovano i chiodi per fissare le assi di legno? 
E i mattoni, come fanno ad arrivare fino al tetto per costruire una bella villetta di mattoni? 

Al di là dei contenuti, la mia riflessione di oggi vira in un'altra direzione.
E-book sì, e-book no per i bambini?

Io mi sono convertita tardi, da lettrice matura, all'uso degli e-book e devo dire che sono di una comodità estrema per leggere in qualsiasi condizione (al buio, in macchina senza portarsi dietro troppo peso in borsa...) ma è evidente che viene sacrificata la magia del libro. Lo sfogliare le pagine, vedere crescere sotto le proprie mani una storia da una pagina all'altra, l'odore delle pagine... ammetto di aver fatto fatica all'inizio e di continuare a preferire i libri caratacei ma oramai il Kindle (questo il lettore che uso) è diventato una parte di me e lo porto sempre in borsa.

Per i bambini il discorso cambia. 
Leggere una storia come I tre porcellini in formato e-book secondo me non rende appieno il gusto della lettura. Io, poi, che ho un lettore in bianco e nero... 

I miei figli hanno avuto tanti libri cartacei per le mani, sparsi ovunque in casa, a partire da quelli tattili in avanti. Hanno avuto tra le mani immagini tridimensionali nel caso dei pop up, le bellissime immagini colorate, i libricini da imparare ad amare e rispettare (perchè all'inizio li mettevano anche in bocca e ne abbiamo ancora alcuni con i dentini impressi). 
Emozioni ed esperienze che un e-book non potrà mai dare.

E' vero, tutto ciò che è telematico è il futuro. C'è di mezzo la comodità di avere tanti libri sempre a portata di mano in uno spazio ridotto e anche ad un costo ridotto.
Ma onestamente credo che, soprattutto per i più piccoli, gli e-book siano poco adatti. 
Comodi per modulare le dimensioni dei caratteri, questo è vero. Comodi per andare incontro a chi avesse difficoltà di lettura nel caso di e-book ad alta leggibilità... secondo me, però, resta una lettura più fredda, soprattutto per un bambino.

I tre porcellini, nel caso specifico, seppur raccontati con le immagini (nel mio caso in bianco e nero, dicevo) secondo me sono rimasti più anonimi di quanto non sarebbero stati se letti su cartaceo. Ho sbagliato io a scegliere questo formato e, onestamente, se avessi un giovane lettore dell'età adatta per questo libro, non gli proporrei questo formato.
***
I tre porcellini
Paolo Valentino - a cura di S. Lombardi - illustrazioni di V. Abatzoglu
De Agostini editore
32 pagine
1.99 euro Kindle, 9.90 copertina rigida, 5.90 copertina flessibile

Nessun commento:

Posta un commento