domenica 31 maggio 2020

Per il sogno di altri (M. Bellavita)

La sua idea era quella di trovare la propria libertà ma la realtà gli ha riservato qualcosa di molto diverso: quando Massimo decise di abbandonare il suo lavoro per buttarsi in una nuova avventura, si è trovato con un lavoro che, come lui stesso dice, anziché renderlo libero lo ha reso schiavo.

Il 27 di novembre del 2008 Massimo, l’autore del libro Per il sogno di altri, prende possesso di un canile dando così inizio ad un percorso che avrebbe dovuto portare alla realizzazioni di un sogno. Un sogno non suo, però, ma il sogno di altri. Per la precisione, del suo “socio” Giorgio che lo ha convinto a buttarsi mani e piedi in un’avventura che mai avrebbe immaginato così faticosa (sia dal punto di vista economico che fisico).

Massimo ha voglia di dare un senso alla sua vita e crede di aver trovo la sua strada e, all’inizio, l’entusiasmo gli offusca gli occhi e la mente. Così, quello che viene proposto come un grande affare e come una fonte immediata di guadagno sicuro mostra pian piano il suo vero profilo: tanto lavoro da fare, tanti investimenti indispensabili per avviare e portare avanti l’attività, tanta passione da mettere in campo ma anche tanta presenza per far fronte alle necessità degli animali che saranno, poi, l’oggetto dell’attività dei due ragazzi.
Ma se Massimo si mette in discussione per trovare una strada e dare un senso alla sua vita, Giorgio mira più che altro al risultato economico e la sua scarsa presenza lascia trasparire chiaramente il suo atteggiamento nei confronti dell’attività: gli animali sono fonte di guadagno e vanno “sfruttati” come tali.

Nel suo libro Massimo Bellavita racconta con estrema precisione e con minuzia descrittiva ogni passo compiuto verso l’apertura di un’attività che ha anche dato le sue soddisfazioni – un allevamento di cani sommato ad una pensione – me che ha segnato profondamente la sua vita e non sempre in modo positivo.

Tante le delusioni, le fregature dietro l’angolo, la delusione per l’atteggiamento di quel “socio” che Massimo aveva considerato anche un amico, tra le righe si legge la voglia di non mollare, di dare il massimo per raggiungere quello che oramai è diventato un obiettivo da raggiungere: avviare un’attività di successo, che possa dare soddisfazioni dal punto di vista economico ma anche umano.
Purtroppo Massimo si troverà a fare i conti con una realtà diversa da come l’aveva immaginata e si renderà conto che non può subire passivamente gli eventi. Lo vediamo crescere, durante questa esperienza, soprattutto dal punto di vista persona. Lo vediamo tirare fuori il carattere, fare scelte importanti e, soprattutto, metterci l’anima.
Si toglie anche qualche sassolino dalle scarpe, Massimo: trattandosi di una storia vera, della sua storia, non le manda a dire quando si trova a parlare di alcune persone incontrate lungo il suo cammino e situazioni vissute tra le pareti di quella struttura che inizialmente aveva dato un’immagine decisamente diversa da quella reale.
Una notazione mi è d’obbligo in merito al rapporto con gli animali: è vero che chi decide di lavorare come allevatore ha come scopo quello di lucrare sui cani che vende… Ecco dunque la necessità di far accoppiare gli animali, di avere delle buone cucciolate, cagnolini sani e appetibili. E’ un mercato e come tale va considerato. Non manca, però, anche l’aspetto più umano del legame che si può creare tra l’uomo e il cane. Su questo non dico altro perché questo rapporto va scoperto e vissuto assieme al protagonista.

In chiusura l'autore fornisce ai lettori degli strumenti per capire meglio come scegliere una buona pensione per animali e mette, così, a disposizione di tutti la sua esperienza. Parla anche di altre realtà, del ruolo che hanno avuto nella vicenda ed anche in questo caso mette a disposizione la sua esperienza. Sarà pure stato il sogno di altri ma quel che è certo è che quel ragazzo ci ha messo tutto se stesso in questa avventura.
Ne avrà avuto la soddisfazione che cercava?
Da scoprire leggendo il suo libro.
***
Per il sogno di altri
Massimo Bellavita
319 pagine
6.99 euro Kindle - 13.52 euro copertina flessibile

Nessun commento:

Posta un commento