venerdì 26 settembre 2014

Il Devoto-Oli. Il mio primo vocabolario di italiano (Giacomo Devoto - Gian Carlo Oli) - Venerdì del libro

I bambini usano ancora il vocabolario? Internet, oramai, sta prendendo piede anche tra i più piccoli ma il gusto di sfogliare il vocabolario, cercare la parola in ordine alfabetico e leggere il significato è tutta un'altra cosa... usare google sarà più veloce... ma molto più riduttivo, secondo me!

Per questo Venerdì del libro ho pensato di fare una riflessione proprio sull'uso dei vocabolario: non è un romanzo da leggere, nemmeno un fumetto ma uno strumento che aiuta soprattutto i più piccoli a meglio capire ed usare la lingua italiana e, di riflesso, li aiuta anche nella lettura e nella comprensione dei testi.

Il nostro - e per il momento unico - primo vocabolario di italiano è stato (ed è ad oggi) il Devoto - Oli nella versione Junior. Il sottotitolo è Il grande vocabolario dei piccoli.
Edito da Le Monnier, ha un prezzo di copertina di 12.90 euro ma io, se non ricordo male, l'ho acquistato on line sfruttando uno sconto che avevo accumulato con acquisti precedenti. 
Le sue caratteristiche:
* 25.000 voci - sono proposti i termini più comuni: vocabolari da grandi sono sicuramente più completi ma per i nostri giovani lettori e piccoli studenti di casa va più che bene, almeno per il momento;
* 45.000 accezioni - vengono proposte spiegazioni multiple per le varie voci e così si arriva a 45.000 (facciamo a fidarci, io non le ho contate così come non ho contato le voci);
* 1.360 pagine a colori - i colori usati sono il rosso ed il nero e va bene così nel senso che se si fossero usati più colori sicuramente ciò sarebbe stata solo fonte di distrazione e niente più.

* espressioni e modi di dire - non solo vengono forniti i significati delle varie voci ma vengono spiegati anche dei modi di dire e delle espressioni comuni (es. avere un diavolo per capello) e ciò aiuta anche studenti che non fossero di madrelingua italiana visto che la spiegazione non si limita al senso letterale delle singole parola ma al significato complessivo;
* sinonimi e contrari - utilissimo strumento per meglio capire i significati della parole ma anche per usare voci che hanno lo stesso significato ma sono diverse così come per capire come si fa a dire l'esatto contrario. I sinonimi sono indicati con un simbolo che altro non è se non una S bianca in un quadratino rosso così come la C di contrari;
* etimologie - viene spiegata l'origine delle voci;
* divisione in sillabe - molto utile per aiutare soprattutto i più piccoli e sono indicati anche i segni fonetici che aiutano a capire quale sia la pronuncia giusta;
* coniugazione dei verbi irregolari;
* regole ortografiche e grammaticali.

Prima di iniziare con la lettera a il Devoto-Oli Junior si presenta: in due pagine coloro che si trovano a consultarlo vengono aiutati - letteralmente presi per mano - nel capire cosa possono fare (e cosa devono fare) per usare al meglio il vocabolario.
Vengono fornite delle chiare spiegazione su cosa sono i vari riferimenti, gli apici, i grassetti, le parole o i simboli in rosso. Insomma, trovo che sia un ottimo strumento per aiutare soprattutto i più piccoli ad amare la loro lingua. Esagero? Mha... io la penso così.
Nello spiegare i vari significati vengono anche proposti degli approfondimenti introdotti dalla dicitura SAPEVI CHE oppure altri approfondimenti introdotti da RICORDA.
Probabilmente qualcuno potrà eccepire che quelle che ho fino ad ora elencato sono caratteristiche che si trovano anche in qualsiasi altro vocabolario... non faccio obiezioni visto che si tratta del primo vocabolario dei piccoli che mi capita tra le mani. Non ho elementi per fare dei confronti per cui non è mia intenzione dire cosa sia meglio di cosa. Dico solo che ci siamo trovati molto bene con questo vocabolario, che mia figlia (soprattutto) lo usa spesso, l'ha portato anche a scuola ma poi se l'è riportato a casa. Lo consulta con facilità ed ha anche aiutato più volte il suo fratellino a farlo.

Ps. quando vengono proposte della parole che sono entrate nel gergo italiano ma sono di provenienza straniera viene indicata anche la pronuncia... 

Fino a quando ancora resisteranno i vocabolari cartacei?
C'è ancora qualcuno che usa il vocabolario o siete tutti convertiti alla rete?

6 commenti:

  1. Il Devoto- Oli!! E' stato il mio vocabolario alle medie e al liceo!!
    Non sapevo ci fosse la versione Junior.
    Io spero che nonostante internet il vocabolario cartaceo conservi la sua importanza :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...la tentanzione di andare in internet e fare una ricerca veloce credo che sia sempre molto comune... ma vuoi mettere, cercare la lettera che viene prima, quella che viene dopo, andare avanti e indietro con le pagine... tutta un'altra storia!

      Elimina
  2. Che bella la versione per bambini! Ti capisco anche noi usiamo ancora la vecchia enciclopedia Conoscere, te la ricordi? Il muro di Berlino non era ancora caduto ma per gli aggiornamenti ci sono sempre gli adulti, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscere... e chi se lo dimentica! Una tessera importante del puzzle della nostra crescita... ce l'ho ancora anche io!!!

      Elimina
  3. Lo abbiamo anche noi, suggerito dalle insegnanti ed era lo stesso che avrei scelto anche io, quando lo abbiamo iniziato ad utilizzare ho visto che è proprio a misura di bimbo delle primarie. Ti ho linkata nel mio post di ieri... ciao!

    RispondiElimina
  4. ....anche noi il mraviglioso Devoto....

    RispondiElimina