martedì 31 maggio 2016

Dentro soffia il vento (F. Diotallevi)

Per tutti gli abitanti del paese Fiamma è una strega. Figlia del demonio. Una donna da temere, da evitare, da annientare se possibile.
Prepara pozioni per avere le quali, però, tutti vanno da lei al calar del sole quando nessuno può essere visto.
La temono, ma si rivolgono a lei.

Non mi è sembrata affatto una trama originale dalle prime pagine avendo letto diversi libri che proponevano storie analoghe. 
Mi sono dovuta ricredere. Ho letteralmente divorato le pagine tanta era la voglia di capire come evolvesse la storia.
Bello!

Fiamma ha una storia particolare, appassionante, coinvolgente, originale. Ed è una storia narrata in modo accattivante da un'autrice della quale ammetto di non aver letto altro oltre a Dentro soffia il vento.
E' stata una bella sorpresa per me. I personaggi - così veri e dei quali emergono personalità ben definite, pur nella loro fragilità - catturano. Leggendo il libro mi sono emozionata, mi sono emozionata davvero. E questa credo che sia uno dei maggiori pregi di un libro: trasmettere emozioni, qualunque esse siano.

Fiamma ha perso le uniche persone che ha amato e che l'amavano: sua madre e il suo amico Rapahel. Vive da sola nei boschi che conosce come le sue tasche ma che non riescono a darle quel calore che una persona cara può dare. 
Quando arriva il nuovo curato, e quando tenta di avvicinarsi a lei, pecorella smarrita, per  tentare di riportarla a Dio, qualche cosa cambia. 

Quella narrata dalla Diotallevi è una storia di superstizione, di segreti, di amori, desideri, cambiamenti, conquiste.
Una storia che si snoda seguendo tre punti di vista: quello di Fiamma, quello del nuovo curato e quello di Yann. E' un uomo "ruvido", Yann. La montagna lo ha tradito e suo fratello Raphael lo ha lasciato: tutto ciò ha scavato una ferita profonda nell'anima di Yann. Una ferita che non accenna a cicatrizzarsi.

Ma il potere dell'amore è un potere forte ed incontrollabile. Tutti ne avranno la prova a Saint Rhémy, il piccolo borgo in cui i protagonisti si incontrano e vedono le loro vite incrociate l'una all'altra creando legami indissolubili. 

Ho amato Fiamma: una donna indipendente, forte e fragile allo stesso tempo. Una giovane donna - ha 19 anni - abituata a non avere alcun contatto con gli altri, se non quando sono loro a volerlo. Solo quando la avvicinano per avere un decotto o un filtro per la propria salute, solo allora si crea un contatto di cui, però, tutti si vergognano e che tutti cercano di nascondere. Eppure tutti sanno e tutti fanno finta di non sapere.

L'ambientazione è molto suggestiva, sembra quasi di avere freddo quando l'autrice parla della neve o del vento. 

Alcune curiosità: Fiamma ha i capelli rossi. E di recente mi è capitato di leggere altri libri con protagoniste con i capelli rossi.
E poi si parla di libri. Ultimamente ho letto diversi libri che parlano di libri, pur non essendo andata a cercarli per questo.

Quanto alla mia abituale pignoleria, finalmente mi è arrivato tra le mani un libro in cui si usano le virgolette ed i punti come piace a me: aperte virgolette, frase, chiuse virgolette, punto.
Ho trovato una virgola fuori posto (secondo me) ma è un dettaglio: 
Quando di colpo, era partito ero appena sopraggiunto nella radura trafelato....
 Ed anche un verbo in un tempo che secondo me non è corretto:
Li abbiamo raccolti dai prati prima che i braccianti li falcino per fare il fieno.
Io avrei scritto prima che i braccianti li falciassero. Ma, lo ripeto, sono pignola e a queste cose ci faccio caso. Per il resto, scritto davvero molto bene, in modo accattivante, con una capacità descrittiva ed espressiva che incanta il lettore.

E' un libro che consiglio e che sono contenta di leggere. Quasi quasi mi viene voglia di ricominciare a leggerlo da capo e questo la dice lunga!
So che c'è stato un prequel in ebook a questo libro, con la storia di Yaan e Raphael. A questo punto non posso proprio fare a meno di leggerlo.

Con questo libro partecipo alla Challenge Le Lgs sfidano i lettori.
Per la seconda tappa si tratta di uno dei libri bonus proposti da Daniela che ringrazio per avermi messo questa storia tra le mani.

1 commento: