martedì 19 novembre 2019

Una morte perfetta (A. Marsons)

Letto tutto d'un fiato magari senza fare troppa attenzione ai dettagli, lo ammetto, ma con la voglia di arrivare alla fine senza pause. Così è andata con Una morte perfetta, letto in un paio di giorni sfruttando ogni attimo utile, complice anche il kindle che mi ha permesso i leggere anche in condizioni di luce proibitive.
Conoscevo già Kim, la protagonista della serie, e l'ho ritrovata più in forma che mai. Grintosa, con la voglia di arrivare dare il proprio contributo affinchè venga fatta giustizia.

Questa volta l'ambientazione è più macabra del solito: un terreno nascosto ai più nel quale vengono conservati cadaveri - donati dai familiari - per effettuare delle ricerche scientifiche. Si tratta di un singolare laboratorio nel quale si studiano gli effetti della decomposizione sui cadaveri, in diverse condizioni ambientali e climatiche. E' proprio in questo singolare luogo che viene scoperto il cadavere di una giovane donna che non ha un nome ed ha un volto sfigurato. Pian piano Kim e la sua squadra si rendono conto di avere a che fare con un serial killer che segue delle modalità di azione ben precise e la loro diventa una lotta contro il tempo per arrivare ad un nome e, soprattutto, ad impedirgli di colpire ancora.

Kim non è la sola donna protagonista della storia. Ce ne sono altre due che hanno un ruolo importante e trovo che le figure femminili siano dominanti.

Lo è Kim con il suo carattere ed il suo modo di fare ma anche con il dolore che si porta dentro. Un dolore che ha saputo trasformare in forza motrice senza lasciarsi risucchiare verso il basso come, invece, è accaduto ad altri.

Lo è Tracy: una giornalista che si scontra spesso con l'ispettore detective Kim Stone e che, con il suo modo di fare sempre sopra le righe e apparentemente senza scrupoli mostrerà una personalità del tutto diversa e, soprattutto, un passato che ha qualche cosa da dire. 

Lo è anche Catherine, un personaggio che appare secondario - è una collaboratrice del centro di ricerca, studia gli insetti e le loro reazioni a contatto con i cadaveri - che rivelerà un passato in cui non le sono state risparmiate sofferenze ed un presente diverso da quello che appare.

Sono tutti e tre personaggio forti e gli uomini restano decisamente in secondo piano.

L'autrice riesce a tenere il lettore appiccicato alle pagine con una scrittura intrigante, semplice ma non banale, con un ritmo crescente ed una tensione palpabile. Avevo già avuto modo di apprezzare la Marsons in passato e non posso che confermare la mia prima impressione. 

Una riflessione mi è sorta spontanea: come a situazioni simili di sofferenza, di violenza, di costrizione ognuno risponda e reagisca a modo diverso. C'è chi serba rancore e cerca vendetta, rispondendo alla violenza con la violenza ma c'è anche chi trae forza dalla sofferenza che fu, trae la spinta per fare in modo che cose del genere non succedano più, seguendo la via della legge.

Finale sorprendente, almeno per me. Avevo immaginato un colpevole del tutto diverso.

Va detto che quella con Kim Stone è una serie che andrebbe letta in ordine, come ben si capisce quando si tratta di personaggi seriali: è vero che si tratta di un libro autoconclusivo e che la storia si comprende alla perfezione anche senza conoscere i precedenti ma è anche vero che se manca qualche tappa vengono a mancare dei tasselli importanti soprattutto per ricostruire il vissuto dei protagonisti, di Kim e di coloro che lavorano con lei. 

Suggerisco, dunque, di leggere la serie in ordine:
Urla nel silenzio, 4 gennaio 2016
Il gioco del male, 1 settembre 2016
La ragazza scomparsa, 31 agosto 2017
Una morte perfetta, 30 agosto 2018
Linea di sangue, 6 maggio 2019
Le verità sepolte, 4 novembre 2019

Personalmente ho qualcosina da recuperare - ho letto questo libro ora in quanto utile per un paio di challenge a cui sto partecipando - e lo farò. E' un impegno e, a ben guardare, anche una necessità per avere tutti i tasselli al loro posto prima di pensare di leggere i libri successivi a questo.

Per gli amanti dell'alta tensione, del thriller... da non perdere.
Consigliato.
***
Una morte perfetta
Angela Marsons
Newton Compton Editori
394 pagine
1.99 Kindle

Nessun commento:

Posta un commento