venerdì 10 ottobre 2014

La cacca - storia naturale dell'innominabile (N. Davies) - Venerdì del libro

L'altra sera sono stata in biblioteca con mia figlia per restituire dei prestiti e ci eravamo ripromesse di non prendere nulla di nuovo visto che abbiamo un bel po' di  libri da leggere, a casa, comprati tempo fa e mai presi tra le mani. Mentre consegnavo i libri al bibliotecario ho visto la bimba lanciarsi (nel vero senso della parole) verso uno scaffale dopo di che è venuta da me tirandomi la giacca e dicendo: "...mamma, vorrei il libro delle cacche". Ho capito al volo cosa cercava e quando il bibliotecario ha indicato - seppur da lontano - un punto preciso a mezza altezza dello scaffale dicendo "...è quello lì marrone" mi è scappato un sorriso. 
Eh si... perchè di quale altro colore avrebbe potuto essere la copertina di un libro che parla di cacche? 

A dire il vero abbiamo già un libro sull'argomento a cui siamo molto affezionati - L'isola delle cacche - e la richiesta di mia figlia non mi ha meravigliata più di tanto. Non so perchè, ma l'argomento attira molto i piccoli... ne è prova il fatto che, oltre a quello citato poco sopra, abbiamo avuto modo di approfondire la questione con altri volumi... anche fotografici.

Per questo Venerdì del libro ne proponiamo un altro, diverso per caratteristiche ma sullo stesso argomento: La cacca - storia naturale dell'innominabile. Ssi tratta di un volume che si sviluppa in orizzontale e che è ricco di spiagazioni oltre che di illustrazioni (curate da Neal Layton) che attirano i piccoli lettori tanto quanto ciò che viene raccontato.
Come credo si sia capito non si tratta di una storia inventata, protagonisti sono tutti gli esseri viventi, quelli che fanno la cacca ma non sono protagonisti di una storia frutto della fantastia dell'autore... no no... si tratta di un racconto concepito come modo di fornire spiegazioni ai bambini partendo da basi scientifiche, usando un linguaggio a loro misura. 
Ecco, dunque, che si spiega che tutti la fanno: re, regine, dottoresse, infermieri, marinai, principi, carpentieri, cantanti ed attori della tv. Per non parlare di cani, capre, cavalli, tori, mucche, topi e vermicelli. Ognuno a modo suo, ognuno con caratteristiche proprie che vengono minuziosamente spiegate. 

Ora, ad esempio, i miei bimbi sanno perchè la cacca degli erbivori è diversa da quella dei carnivori. Così come sanno che grazie alla cacca ci sono delle specie vegetali che riescono a riprodursi nei punti giusti... Sanno anche che in passato la cacca veniva usata anche dall'uomo per costruire le case o che è dalla cacca che alcuni animali si ricooscono... Sanno pure che la cacca fornisce molte informazioni sulle abitudini e caratteristiche di chi l'ha fatta... Insomma, sarà pure uno scarto puzzolente ma è molto prezioso in natura.
Ammetto di averlo letto anche io con interesse e di aver imparato delle cose che non sapevo... e vabbè... è così, perchè non dovrei dirlo? 
In copertina viene detto che si tratta della storia naturale dell'innominabile... ed anche questo simpatico sottotitolo mi è piaciuto, oltre a tutto il resto. I testi sono scritti con caratteri chiari, ci sono dei termini che vengono evidenziati con il neretto e spesso compaiono dei disegnini tra le paroline oltre che su intere pagine.

In occasione della Settimana del libro e della cultura per ragazzi di Bologna mio figlio si è lasciato attirare dopo pochi minuti dal nostro arrivo dal mucchio di libri di Davies che erano su uno scaffale piuttosto in basso... oltre a questo volume abbiamo trovato anche Grande proprio così, libro che spiega in modo originale la biodiversità. Era indeciso tra i due: avrebbe voluto comprarli entrambi ma ci eravamo imposti di non esagerare... e gli ho chiesto di sceglierne uno. Visto che quello sulla cacca l'avevamo già preso in biblioteca ha optato per l'altro. 
Sono certa che se l'avessimo comprato avrebbe fatto la fine de L'isola della cacche... letto e riletto, sfogliato e risfogliato all'infinito...
***
La cacca - storia naturale dell'innominabile
Nicola Davies
Editoriale Scienza
euro 10.00 

8 commenti:

  1. L'isola delle cacche l'avevamo preso in prestito in un momento un po' critico, credo di aver letto allora il tuo post.

    I bambini sono molto attirati dall'argomento. Questo libro non lo conoscevo ma a casa nostra è sempre "in consultazione" Chi me l'ha fatta in testa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si... argomento molto gettonato... anche dai più cresciutelli!

      Elimina
  2. L'ho visto tante e tante volte sullo scaffale! Mi sa che prima o poi toccherà anche a me ospitarlo a casa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla... non ha un cattivo odore ih ih ;-)

      Elimina
  3. ...mi sa che me lo procuro...mi sembra mooolto interessante per il Cucciolo!

    RispondiElimina
  4. Qui non c'è mai stato molto interesse per il tema, ma so che è tra i più gettonati...

    RispondiElimina
  5. chissà perché la "cacca" piace sempre tanto... fa ridere, incuriosisce, e c'è chi ha anche grossi problemi da piccolissimi... quindi sapevo di molti libercoli divertenti, ma addirittura un trattato! Pure dettagliato mi pare...E strano che l'autore non sia tedesco... però è interessante... e visto che in questi due ultimi anni parleranno a scuola del corpo umano e delle due funzioni vitali... la digestione è una di quelle, potrebbe forse interessarli...? ci penso... grazie!

    RispondiElimina